Ottenere il massimo dalla batteria del tuo carrello

9 gennaio 2012
By

La crescente attenzione delle aziende verso l’ambiente e l’aumento del costo del carburante,
ha incoraggiato la tendenza e la scelta di carrelli per la movimentazione ad alimentazione elettrica.
Ma quali sono i suggerimenti per utilizzare al meglio la batteria del tuo carrello?

Ecco, sette semplici consigli per utilizzare al meglio le risorse della batteria del tuo carrello elevatore.

  Programma il carico di lavoro in relazione ai tempi della batteria..
Riducendo i tempi di inattività degli operatori addetti, caricando la batteria non più di una volta al giorno.

Controlla il livello di carica  Controlla la soglia del livello di scarica..
Non superare l’80% del livello di scarica, mantenendo una carica al di sopra del 20% la batteria non si danneggia, ed evitando il surriscaldamento dei componenti elettrici del carrello anche il motore funzionerà al meglio. Senza contare che i tempi di ricarica aumentano sensibilmente a batteria completamente scarica.

  Concedi una pausa alla tua batteria..
è facile e spesso considerato utile ricaricare i carrelli durante la pausa pranzo.
Ma ricariche brevi e non necessarie portano ad un declino dell’efficenza dalla batteria.
La vita della batteria è determinata dai suoi cicli di ricarica, perciò è importante che non siano troppo brevi ma soprattutto lagati al reale livello di scarica.

Verifica il livello dell’acqua..
La regolare verifica del livello dell’acqua gioca un ruolo fondamentale nell’aspettativa di vita della batteria. Durante il ciclo di ricarica la batteria viene riscaldata, l’acqua distillata permette la corretta propagazione di bolle di idrogeno sulla piastra; è essenziale che l’acqua venga aggiunta regolarmente a intervalli (tra 5 e 10 ricariche). Ricordati di rabboccare il livello dell’acqua dopo la ricarca della batteria, non prima.

Limita la ricariche veloci alle emergenze..
Ricaricare velocemente la tua batteria riduce i tempi di attesa ma ha un suo prezzo nella vita della batteria. Ne risentono in misura inferiore le batterie al litio e al nichel.

 Manutenzione giornaliera..
Controlla quotidianamente la batteria, causa principale dell’avaria è la solfatazione, che si verifica maggiormente in ambienti riscaldati. La produzione di cristalli bianchi sintomo di solfatazione impedisce alla piastra di piombo della batteria di accettare e fornire carica. Richiedere la manutenzione di un tecnico qualora si presenti la problematica.

Manutenzione del caricatore..
Conservare il caricatore in un luogo sicuro lontano dalla movimentazione e assicurarsi che cavi e connettori non rimangano per terra, evitando il calpestamento.

Fonte: mondocarelli.com

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: