Un carrello robot nelle corsie ospedaliere

9 marzo 2012
By

Stati uniti e Paesi del nord Europa li utilizzano già, mentre da noi sono ancora poco diffusi.

Una curiosità che sta avendo successo in tutto il mondo e che stupisce anche i più scettici in materia di tecnologia. Di cosa stiamo parlando? Dei carrelli ospedalieri robot a quattro ruote, utilizzati nei maggiori centri medici del mondo e unici nelle loro funzionalità!

Ma a cosa servono?

Il loro utilizzo aiuta a somministrare i farmaci attraverso un sofisticato programma informatico.
Tutto si basa sulla possibilità di commettere errori di dosaggio per un dato farmaco: per ovviare al problema e aiutare il personale medico, i carrelli robot calcolano la giusta dose da somministrare a ogni paziente, evitando così spiacevoli errori di dosaggio, che possono portare anche gravi conseguenze per la salute.

Le statistiche dimostrano che, su circa 8 milioni di ricoveri pubblici, almeno il 4% denuncia errori e sviste mediche, tra cui la sbagliata somministrazione dei medicinali. Il Veneto è stata la prima regione ad utilizzare carrelli simili, già dal 2009.

La dottoressa Giovanna Scroccaro, direttrice del Servizio di Farmacia dell’Azienda Ospedaliera di Verona, ha così commentato l’uso dei carrelli robot:

“L’informatizzazione rappresenta un’opportunità unica e non piu’ differibile che consente agli ospedali Italiani adeguarsi ai più elevati standard tecnologi ma cio’ comporta inevitabilmente una completa riorganizzazione dei reparti, riorganizzazione che coinvolge  sia medici che infermieri.”

Fonte: ” http://www.newstechnology.eu”

Un lavoro in più, dunque, che potrebbe però salvare la salute di molti pazienti. L’uso dei carrelli robot è sempre più diffuso nel nostro Paese, anche negli ospedali minori, che fanno di tutto per migliorare la qualità della salute dei propri pazienti. La tecnologia in aiuto alla medicina, un connubio che riscuote successo da sempre!

Avresti mai pensato che un carrello avrebbe potuto salvare la tua salute?

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: