Unes: il supermercato ecologico inizia dal gettone per il carrello

27 luglio 2009
By

Una serie di interessanti innovazioni messe a punto dal Gruppo per garantire l’eco-compatibilità .

img_00029Cestelli della spesa e gettoni per i carrelli nati dal recupero di tappi di bottiglia, shopper biodegradabili e macchine per riciclare le bottiglie in Pet in cambio di speciali buoni sconto.
Sono solo alcune delle “eco-curiosità” presentate da Unes durante l’inaugurazione del primo supermercato.
La società ha illustrato le linee guida della sua evoluzione strategica, ribadendo con forza il suo impegno per la promozione di formule di offerta sempre più orientate alla salvaguardia dell’ambiente, basate sulla gestione eco-sostenibile dei punti vendita e dei servizi ai clienti.

Unes ha al suo attivo una tradizione di tutto rispetto in tema di eco-innovazioni e di difesa dell’eco-sistema. Nel corso degli ultimi anni il Gruppo si è impegnato per la difesa dell’ecosistema promuovendo varie campagne, sia nell’ambito del risparmio energetico, sia per la riduzione dei rifiuti e dei sacchetti di plastica porta spesa.

Nel 2008 Unes ha regalato ai suoi clienti oltre 60mila shopper in materiale Tnt (Tessuto non tessuto), dando un significativo contributo alla lotta all’inquinamento causato dai sacchetti in polipropilene, commercializzati a marchio Unes con una frase che ricorda ai clienti che il sacchetto che stanno acquistando danneggia l’ambiente (“Hai mai pensato che questo sacchetto inquina?”)

“Siamo fermamente convinti che la formula del saving e della tutela dell’ambiente rappresentino il futuro di un mercato responsabile”, ha dichiarato Mario Gasbarrino, Amministratore Delegato di Unes. “Già l’anno scorso Unes ha dato un forte impulso alla sensibilizzazione sui temi dell’eco-sostenibilità”.

Oggi la società ha rafforzato il suo impegno per la salvaguardia dell’ambiente anche grazie ad importanti alleanze, come quelle con Anffas (Associazione Nazionale Famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) che ha fornito il suo prezioso contributo raccogliendo i tappi di bottiglia poi riciclati.

Ed è proprio con i tappi  di bottiglia riciclati che sono stati realizzati il gettone per il carrello e i cestelli spesa: per un gettone occorrono 2 tappi mentre per il cestino self service ne sersono ‘solo’ 1.200.
Anche i divisori dei banchi frigo sono ottenuti grazie al riciclo:  hanno utilizzate circa 12.000 bottiglie per allestire il punto vendita.

Ma non solo. Ai clienti che vogliono dare il loro contributo alla difesa dell’ambiente, Unes offre la possibilità di riciclare le bottiglie in Pet inserendole in una macchina ad hoc e ricevendo in cambio speciali buoni sconto per la spesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: